Il resto è aria
Il resto è aria

Il resto è aria

Tofianes è il paese della Cantabria dove Emilio e Mercedes hanno appena comprato una seconda casa. Hanno qualche risparmio, due bambine e un terzo in arrivo, e una casetta vicino al mare sembra loro una buona idea. Ancora non sanno che la gravidanza presto si complicherà e che quel figlio potrebbe non correre mai nel giardino in riva alle scogliere. È il 1984 quando accade tutto questo, ma è anche l’inverno del 1633, e Juan e Juliana hanno da poco perso loro figlio; ed è il 1947, e Luis e Teresa si sono appena conosciuti ballando alla sagra del paese; mentre è durante il Cretaceo che un’ammonite muore affinché un bambino possa trovarla nel 1995. Tutto avviene nello stesso luogo, in quel paese, Tofíanes, “più piccolo e più grande del mondo intero”, in un presente continuo, in un divenire incessante che dimentica i propositi e i sogni degli uomini e tramuta il loro ricordo in un nome e in una croce nei registri degli archivi parrocchiali. Un romanzo che conduce il lettore attraverso tutti i periodi della nostra storia per raccontare l’umanità pertendo da un piccolo paese della Cantabria che funge da pietra di paragone per ogni possibile passato. Un traguardo incredibile per un autore che non scrive letteratura provvisoria, ma duratura.

Premio Ciudad de Barcelona 2022

“Il resto è aria” di Juan Gómez Bárcena è una lettura consigliata dalla Libreria Passaparola. Prenota ora “Il resto è aria” in libreria.

Home
Prenota un libro
Chiamaci
Cerca